Deepp s.r.l.

Architettura & Design

info(at)deepp.it

+39 02 97382358


quando piove

Piove e piove, tutta quest’acqua non ci ha trovato preparati; si entra in casa bagnando dappertutto, oppure si lasciano fuori dalla soglia le scarpe e/o stivali che rimangono congelati fino al giorno dopo, quando rimettendoli, si sente quella piacevole sensazione di passeggiata a piedi nudi sulle fresche sabbie della Groenlandia.


Domanda: è possibile che esista un sistema un po’ più intelligente dello straccetto in casa o del congelamento fuori casa?

Ammetto che non è uno di quei problemi che ti rovinano la vita, ma se piove per due mesi di fila, inizia ad essere un pochino seccante! Oltretutto la mia curiosità mi porta a chiedermi: come risolvono nel mondo questo problema?


Prima un piccolo accenno sul punto focale dell’allagamento casalingo: gli stivali da pioggia. Per essere precisi si chiamano “stivali Wellington” dal nome del suo inventore nonché primo utilizzatore, grande icona della moda, e primo duca di Wellington. Sono stati ideati per tenere i piedi dei soldati asciutti e caldi, ed usati, per la prima volta, a Waterloo nel 1815! non so se il loro utilizzo abbia segnato la vittoria sul campo, ma l’idea è interessante!!

Ma per chi, invece, li trovasse un po’ troppo tradizionali, sappia che questi stivali sono utilizzati come “strumento musicale”; in Sud Africa esiste un tipo di danza e musica in cui vengono utilizzati i “Wellington boot” per il suono musicale che producono camminando e ballando.


Ma tornando al problema dell’allagamento; Il blog spagnolo casa-desegno suggerisce di crearsi una piccola postazione “umida” con vassoietto porta scarpe-portaombrelli-mini stendino-tappetino super assorbente, ma forse, a meno che si non viva in Irlanda e che quindi le tue giornate siano sempre umide, è un po’ ingombrante per le nostre piccole case una stanza dedicata alle giornate piovose!!
 

 

I cinesi tendono a risolvere il problema alla base, un po’ di sano consumismo usa e getta; non bagnano le scarpe! La soluzione si trova in piccoli copri scarpe da gettare a fine giornata!! Ma ,a meno che non siano realizzati con materiali altamente biodegradabili, sciogliendosi quindi dopo due passi, non credo che la soluzione sia accettabile!!

 

 

 

Non risolve il problema in casa, ma sicuramente i canadesi propongono un modo molto stiloso di affrontare la pioggia! Queste scarpe sono realmente in vendita! Le ha scovate hermano.blog!

 

 

Il sito www.pinterest.com dedica una sezione allo storage! E decisamente vince il mio personale premio: giardinetto zen con sassi bianchi che all’occorrenza si trasforma in porta stivali bagnati!!!


Stay tuned
 

 

 

 

Andrea scrive per suggerire un nuovo uso di stivali!

Molto art-design!

 

 





Deepp s.r.l.
P. Iva 06535880964